2 commenti

Giro del mondo in 10 libri

Ci sono luoghi che ho visitato, in cui ho vissuto per lungo o breve periodo, che mi riportano a dei libri letti negli anni:

Ecco la mia top ten!

1)    Bari                                   Né qui né altrove” di Gianrico Carofiglio

2)    Venezia                            “Venezia è un pesce” di Tiziano Scarpa

3)    Istanbul                             “Il museo dell’innocenza” di Orhan Pamuk

4)    Vienna                              “Il frutto del fuoco” di Elias Canetti

5)    Heidelberg                        „Du fährst zu oft nach Heidelberg“ di Heinrich Böll

6)    Parigi                                “Il codice da Vinci” di Dan Brown

7)    New York                         “Un diamante da Tiffany” di Karen Swan

8)    Cuba                                “Telex da Cuba” di Rachel Kushner

9)    Kyoto                                “Memorie di una geisha” di Arthur Golden

10) Ubud (Bali)                       “Mangia prega ama” di Elisabeth Gilbert

Annunci
Lascia un commento

La sostenibile leggerezza del leggere

ebook readerIl mio ebook reader si appresta a compiere il suo primo compleanno.  E allora da oggi partono ufficialmente i festeggiamenti per onorare questo gioiellino dell’elettronica

Lo scorso anno, dopo attenta indagine di mercato sul web e tra colleghi, ho scelto per un reader della Sony, ma il modello scelto (Daily edition PRS950) non era commercializzato in Europa e allora…è presto fatto … basta commissionarlo a qualcuno in partenza per gli Stati Uniti…dopo pochi giorni, direttamente dal Sony store di New York avevo il mio leggerissimo e da allora inseparabile e irrinunciabile libro elettronico.

Vorrei proporre dei brindisi al mio reader

Primo brindisi per la sua leggerezza – ora posso leggere anche i libri con più di 400 pagine e non avere le mani affaticate dalla pesantezza del libro

Secondo brindisi per la praticità – nel lettore riesco a immagazzinare fino a 100 libri e pportarli tutti con me

Terzo brindisi per la versatilità – non solo lettore ma contemporaneamente traduttore (utilissimo quando leggo testi in lingua originale) e poi la possibilità di avere un blocco note…niente ricerca di penna o matita per sottolineare o annotare qualcosa …basta semplicemente sfiorare il video e si crea una nota.

Quarto brindisi alla chiarezza del monitor – non essendo retroilluminato non affatica la vista e inoltre hai la possibilità di aumentare il formato del carattere: finalmente riesco a leggere anche i libri scritti con caratteri minuscoli

Ultimo brindisi alla funzione audio – posso ascoltare musica mentre leggo o semplicemente ascoltare audiolibri

Ora qualcosa di molto simile al mio modello Sony è disponibile anche in patria:

http://www.sony.it/product/rd-reader-ebook/tab/overview

Nessun difetto? Beh direi proprio di no…l’unica pecca è che con i libri elettronici la mia libreria non aumenta più…è così bello vedere gli scaffali traboccanti di volumi di diversi colori e dimensioni. Ma si trova una soluzione a tutto.

Ho creato infatti uno scaffale sul web con anobii (http://www.anobii.com/01b050402644d71415/books ) e basta collegarsi al web e vedere il mio scaffale tutte le volte che lo desidero.

      e allora non mi resta che augurare buona LETTUREZZA (lettura in leggerezza) a tutti

2 commenti

Sale al vino: ricetta cercasi

sale al vino

Ore 16.50 appena rientrata in casa squilla il citofono e … pacco in arrivo.

Come pacco in arrivo? Non ho ordinato nulla! … poi l’occhio cade sul mittente, conosciuto, familiare, anzi di più e quindi accetto.

Rientrata in casa apro con foga e … che gran bella sopresa … un pacco goloso!

All’interno c’erano diverse confezioni di contenitori per finger food, un carinissimo biglietto d’auguri e – sempre per rimanere in tema con i miei post precedenti – una confezione di sale al VINO proveniente da Orvieto. eh si…i mittenti del pacco conoscono bene i miei punti deboli!

A questo punto mie cari lettori chiedo suggerimenti a voi. Sapreste propormi delle ricette per valorizzare i cibi con questo sale speciale? Aspetto consigli e proposte gustose

Intanto un grazzissimooooo a Marina e Alessandro per la piacevolissima sorpresa. 😉

Lascia un commento

Trentino fa rima con Vino

76ª Mostra Vini del Trentino 2012.

Vorrei segnalare questa immancabile iniziativa per tutti gli appassionati di vino … e non solo…sul link segnalato troverete tutte i dettagli e anche la brochure con cartina dei luoghi degli eventi.

Dal 19 al 21 maggio oltre alla degustazione dei vini a Palazzo Roccabruna ( 5 degustazioni di vini a scelta tra 46 aziende vitivinicole trentine al costo di 5 € ) è stato adibito anche uno spazio del castello del Buonconsiglio. Un esempio è rappresentato dalla Corte dei Sapori nei giardini del Castello

Per chi si trovasse a gravitare in zona Trento lo consiglio davvero!

Io ci sarò 🙂

Lascia un commento

Un bar a Bor – come gustare un caffè insolito

Più vai giù e più ti tira su” … m viene da parafrasare ironicamente lo slogan di una famosa pubblicità di caffè per parlarvi di un insolito bar aperto a fine marzo nel distretto di Bor in Serbia.

La location scelta  è  un pozzo minerario a 400 metri di profondità.  Gli intrepidi avventori che hanno voglia di bere un caffè o un drink dovranno seguire il percorso che per oltre un secolo è stato riservato ai minatori di rame e scendere con un ascensore per raggiungere il locale. L’ambiente è molto carino ed accogliente:  e’ decorato con oggetti legati alla storia e ai processi produttivi dell’industria mineraria. Vecchi telefoni, lampade, equipaggiamento di sicurezza e altri oggetti antichi danno agli ospiti un’idea delle condizioni e della vita in miniera. poi c’è da dire che la temperatura è ideale tutto l’anno mantenendosi costante sui 18 gradi

E allora per chi soffre la calura estiva o chi tollera poco il freddo invernale non resta che rifugiarsi nel bar sotterraneo e sorseggiare una bevanda nelle viscere della terra serba.

Per chi volesse informarsi sulle opportunità turistiche in Serbia:   http://www.serbia.travel/

Lascia un commento

Abbronzarsi a Parigi

E’ tempo di sole, è tempo di mare e allora…ecco come ci si prepara!

Fanghi, creme, palestra, massaggi, diete, bevande drenanti e … chi più ne ha più ne metta …e poi c’è la preparazione al sole, non si può certo arrivare a metà maggio con il colorito grigio verde da topo di città? … inizia quindi la lunga danza delle lampade, delle creme autoabbronzanti e dei cibi ad alto contenuto di carotene.

Ma nooooo … ma questa è roba vecchia, è roba vintage ormai.

La nuova tendenza che impazza sul web e sulle riviste è la BRONZING GYM. Sì, avete proprio capito bene, si tratta di esercizi per favorire l’abbronzatura. E questa nuova tendenza parte immancabilmente da Parigi, dalla capitale mondiale del make up e dalla guru del make up francese Terry de Gunzburg.

La bronzing gym promette – associata ovviamente a due prodotti ben specifici – di attivare in soli 4 passi e 28 giorni una colorazione della pelle del viso dall’aspetto naturale. Certo, non promette un’abbronzatura terra-di-siena-bruciata  stile anni ’90… anche quella è fuori moda, ma un’abbronzatura “asian-oriented” un colorito candido come quello delle donne asiatiche.

I quattro passi sono:

passo 1 – esercizi del vogatore (stendere il siero con due pennelli larghi)

passo 2 – esercizi dello stepper (pizzicare leggemente tutto l’ovale del viso per riattivare le circolazione)

passo 3 – fase dello stretching (accarezzare e lisciare la pelle con movimenti rassodanti)

passo 4 – fase dell’intensificazione (stendere la crema idratante colorata su tutto il viso)

date un’occhiata al video:

Allora domani si parte tutti per Parigi oppure, rimanendo comodamente a casa, armate di tanta pazienza, tanta bronzing gym e … poco sole per tutti, ci prepariamo alla stagione calda.

Per chi fosse davvero interessato ad andare nello shop By Terry di Parigi ecco l’indirizzo:

By Terry

21 passage Véro-Dodat

75001 PARIS

Phone: 01 44 76 00 76


Lascia un commento

L’America in un abbraccio

Per certi viaggi non si parte mai quando si parte. Si parte prima. A volte molto prima […]

Così inizia il libro che ho appena finito di leggere… il libro di Fulvio Ervas “Se ti abbraccio non aver paura”.

Un libro straordinario che racconta un viaggio straordinario di due persone straordinarie.

E’ il viaggio in America che ha visto per protagonisti Franco Antonello e suo figlio Andrea. E’ il viaggio  di un padre e un figlio. Ma è il viaggio che attraversa quella linea sottile che separa la normalità dalla “speciale normalità”. Questo infatti è anche il racconto di viaggio tra un uomo e un adolescente affetto da autismo.

L’avventura inizia a Miami e …dopo diverse pagine di incredibili avventure e flash di paesaggi da sogno..attraversa il Centro America e termina in Brasile, in un Brasile così poco convenzionale, ma dalla grande umanità.

Grazie a Franco, Andrea, e Fulvio per avermi fatto sorridere, riflettere, sperare, piangere, rivivere luoghi già visitati e aperto nuovi orizzonti di viaggio.